Archivio mensile : febbraio 2019

L’accertamento analitico-induttivo è legittimato dal lavoro “nero”

In presenza di contabilità formalmente regolare, se vi siano elementi desumibili da altri controlli che inducano a ritenere l’incompletezza, la falsità o l’inesattezza degli elementi indicati in dichiarazione, l’art. 39, comma 1, del DPR n. 600/1973 consente l’accertamento presuntivo, con onere probatorio che, pur assolvibile mediante la prova presuntiva, incombe sempre sull’Amministrazione finanziaria. Tra i…
Leggi

Moratoria Fatturazione Elettronica – Falsa Partenza

L’Agenzia delle Entrate insiste con l’erronea interpretazione secondo la quale, se la violazione della tardiva emissione della fattura elettronica si riflette in un insufficiente versamento dell’IVA periodica si applicano due sanzioni: quella prevista per le violazioni relative alla documentazione e registrazione delle operazioni IVA (Art. 6 co. 1 e 2 del D.Lgs. 471/1997); quella per…
Leggi

Quel grande caos del nuovo regime Forfettario per i sostituti d’imposta datori di lavoro!

Quest’anno, come abbiamo avuto modo di constatare in precedenti articoli, il legislatore non ha più di tanto faticato nel prevedere agevolazioni atte a favorire i datori di lavoro intenzionati ad assumere lavoratori subordinati. Le agevolazioni del lavoro che abbiamo conosciuto, infatti, sono un lascito del recente passato (Legge di Bilancio del 2018 sugli under 30…
Leggi

Riqualificazione energetica e sismabonus – bonifico dedicato anche per le imprese in semplificata

I soggetti titolari di reddito d’impresa che adottano il regime di cassa, anche nell’ipotesi di esercizio dell’opzione per il “registrato” (ex art. 18, comma 5, DPR n. 600/73), ai fini della fruizione delle detrazioni per le spese relative agli interventi di riqualificazione energetica e adeguamento sismico (cd. “sismabonus”), devono effettuare il relativo pagamento esclusivamente mediante…
Leggi

Si amplia il valore del silenzio: la Cassazione legittima il “silenzio-furbo”

Un contribuente, già nel ricorso introduttivo di primo grado, aveva eccepito che l’Agenzia delle Entrate in sede di avviso di accertamento non avesse dato prova di aver valutato e ragionevolmente superato le sue osservazioni difensive presentate nei confronti di un PVC elevato dalla Guardia di Finanza. In questo modo si erano così violate le disposizioni…
Leggi