Tag Archives : AGENZIA DELLE ENTRATE

ACCERTAMENTI, LA CASSAZIONE HA COLORATO LA DELEGA “IN BIANCO”

La musica è cambiata! La delega alla sottoscrizione dell’avviso di accertamento non è una delega di funzioni, ma una semplice delega di firma e, quindi, essa è valida anche se non è presente l’indicazione nominativa del delegato, né la durata della delega: in sostanza, anche “in bianco” è da considerare legittima. Nelle scorse settimane la…
Leggi

IMU ABITAZIONE PRINCIPALE – NON COMPETE SE GLI IMMOBILI SONO DUE

L’articolo 13, comma 2, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, prevede che l'imposta municipale propria (IMU) non si applica al possesso dell'abitazione principale e delle pertinenze e che per abitazione principale s’intende l'immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano…
Leggi

“A me nun me sta bene che no” ! L’interpretazione irretroattiva della Cassazione sul “nuovo” art. 20 del Tur non mi piace

Se la questione in argomento affrontata dalla Cassazione non fosse una cosa che interferisce con la vita dei contribuenti, risulterebbe anche divertente. Dopo l'entrata in vigore della Legge di bilancio 2019 e con il perentorio chiarimento in ordine alla natura di norma di interpretazione autentica della modifica dell'articolo 20 del Dpr n. 131/1986, fissata nella…
Leggi

La valutazione delle osservazioni del contribuente non sono un optional per l’Ufficio

In attesa della riforma del procedimento di accertamento (decreto semplificazione), i Giudici di Merito e quelli della Cassazione convergono sull'obbligo endo-procedimentale del necessario preventivo contraddittorio che deve risultare effettivo e reale. Nessuna finzione quindi. L’atto è nullo se l’ufficio in modo puntuale e preciso non indica nelle motivazioni il “perché” del rigetto delle argomentazioni difensive…
Leggi

Pro-rata Iva: le operazioni escluse

Nella determinazione della percentuale di detrazione Iva, l’art. 19-bis, co. 2, del D.P.R. 633/1972, esclude dal calcolo della percentuale stessa (nel senso che non concorrono alla determinazione del rapporto, né al numeratore né al denominatore della formula del pro-rata), una serie di operazioni, tra le quali si annoverano: le cessioni di beni ammortizzabili; le operazioni esenti…
Leggi