Archivi categoria : In Pratica

Detrazione interventi ristrutturazione edilizia finalizzati al risparmio energetico: possibilità di cessione del credito.

Tra tutti gli interventi di ristrutturazione edilizia che danno diritto alla detrazione IRPEF (nella misura del 50% per tutto il 2019, salvo proroghe per il successivo anno 2020), il beneficiario dell’agevolazione può “cedere” il relativo credito soltanto per quelli con impatto sulla riqualificazione energetica. La cessione è possibile esclusivamente  verso il fornitore dell’intervento (anche indiretto),…
Leggi

CESSIONE DI CUBATURA EDIFICABILE – TRATTAMENTO FISCALE

Per garantire certezza nella circolazione dei diritti edificatori, il n. 2-bis dell'art. 2643 c.c. individua i contratti che costituiscono, trasferiscono o modificano i diritti edificatori comunque denominati, previsti da normative statali o regionali, ovvero da strumenti di pianificazione territoriale che sono soggetti a trascrizione. La norma ci consente di: individuare l’oggetto del contratto di cessione…
Leggi

Riderà bene chi riderà ultimo

Perché fare sempre le cose all’ultimo momento? Un professionista che si riduce alla fine per rendere un servizio al proprio cliente non è proprio affidabile. E se qualche cosa va storto? È invece, importante programmare, anticipare, pianificare, essere lungimiranti. Sono queste le semplici regole, peraltro intuitive, che in linea di principio costituiscono i punti di…
Leggi

Estinzione della società e notifica degli atti dell’Agenzia – Differimento di 5 anni all’esame della Corte Costituzionale

Per le società cancellate successivamente al 13/12/14 l’amministrazione finanziaria può procedere direttamente nei confronti della società all’accertamento e alla notifica degli atti nei 5 anni successivi alla cancellazione dal registro della imprese. Ciò nonostante, ai sensi dell’articolo 2495 c.c., con la cancellazione la società si estingua. Tale possibilità è stata consentita dall’articolo 28, comma 4,…
Leggi

Allevamento di animali – Registro di carico e scarico per la tassazione catastale

È considerato attività agricola e rientra nella determinazione del reddito agrario, l'allevamento di animali con mangimi ottenibili per almeno 1/4 dal terreno. Il reddito relativo all’allevamento che eccede tale limite concorre, invece, a formare il reddito d'impresa. Per fruire dell’agevolazione della tassazione catastale sulla parte di allevamento potenzialmente rientrante nei limiti di cui all’articolo 32…
Leggi