Archivi categoria : In Pratica

Comunicazione ENEA – slitta ancora la scadenza per i fine lavori 2019

Nuova proroga per le comunicazioni ENEA, questa volta dovuta all’aggiornamento del Portale (https://detrazionifiscali.enea.it/), avvenuto l’11 marzo 2019, data in cui l’ente ha fornito la procedura per l’invio delle pratiche relative agli interventi terminati nel 2019. I 90 giorni di tempo a disposizione per trasmettere i dati relativi all’intervento: sia di ristrutturazione edilizia con miglioramento dell’efficienza…
Leggi

Perdite dei soggetti Irpef – Nuova disciplina per le imprese in contabilità semplificata e ordinaria

I commi da 23 a 26 dell’articolo 1, della legge n. 145 del 2018 (legge di bilancio 2019) hanno modificato le disposizioni dell’articolo 8 del Tuir sul regime del riporto delle perdite delle imprese soggette all’Irpef uniformandolo a quello dei soggetti Ires. La nuova disciplina, ora contenuta per tutte le imprese Irpef, a prescindere se…
Leggi

TAX FREE SHOPPING: COME FUNZIONA

 I viaggiatori residenti o domiciliati fuori dell'Unione europea possono acquistare in Italia beni destinati all'uso personale o familiare senza pagamento dell'IVA. Il sistema tax free consente, infatti, di acquistare beni per uso personale e ottenere il rimborso dell’IVA inclusa nel prezzo di acquisto pagata su tali beni. Si potrà anche ottenere lo sgravio diretto dell’IVA…
Leggi

Comunicazione ENEA ed interventi di ristrutturazione edilizia: slitta la scadenza

E’ stato prorogato al 1° aprile 2019 il termine per trasmettere all’ENEA i dati relativi agli interventi di ristrutturazione edilizia con impatto sulla riqualificazione energetica eseguiti nel 2018. E’ senz’altro opportuno avere più tempo per eseguire l’adempimento, ma ancora non è chiaro cosa consegue alla omessa o tardiva trasmissione della comunicazione. Molti gli elementi che…
Leggi

La tassazione del money transfer: luci e ombre del tributo

Come noto, l’articolo 25-novies, comma 1, del decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119, ha istituito, a decorrere dal 1° gennaio 2019, l’imposta sui trasferimenti di denaro verso Paesi esteri non appartenenti all’Unione europea effettuati dagli istituti di pagamento, che svolgono attività transfrontaliera, per mezzo del servizio di rimessa di denaro (c.d money transfer). Il nuovo…
Leggi